Condividi questo articolo sui social

E’ la strada che regala all’umanità un disegno da conoscere

Arturo Zorzan

Siamo alla vigilia di Natale e mancano pochi minuti all’imbrunire che già, lassù, il cielo ci offre uno spettacolo che aspettavamo da almeno 20 anni. Giove e Saturno in congiunzione astrale con la Luna, la quale ha raccolto l’intima essenza della loro memoria. Uno spettacolo, non solo celeste, ma anche ancestrale, per chiunque si sia fermato ad osservare e riflettere il cielo, anche solo per un momento.

Ora però voglio parlarvi di qualcosa che mi entusiasma la mente: “il Natale dell’Anima” e come quest’ultimo si esprime attraverso l’Astrologia in associazione con la religione.

Ho cominciato col sviluppare il Tema del Momento del Natale (25 dicembre 2020 alle ore 00,01), trovando il quadro astrale del Natale stesso. Da qui ho utilizzato il programma di Caratti per il Tema Lunare, ideato da Arturo Zorzan e Nadia Paggiaro. Così ho ricavato un nuovo ascendente, non mi soffermo su questa tecnica data la sua complessità (magari ne parleremo più avanti, in un articolo dedicato) per ora mi basta che comprendiate che l’ascendente non è causale, ma ha un riferimento tecnico.

Questa particolare tecnica prevede anche l’utilizzo delle 28 case lunari. Per questo Natale la casa lunare è la numero 10 sulla quale Arturo Zorzan scrive queste parole: “NUOVA VIA – Pianeta Mercurio”

Offre lo spazio per progetti legati al futuro che hanno in memoria un tempo per ruoli predestinati su incontri e risorse a livello collettivo o sviluppo comune.

Se analizziamo il Tema Lunare del Natale ci colpisce subito come il cielo si divida in due parti distinte. Una, l’ala sinistra, legata per tradizione all’Io personale, è vuota e senza alcun Pianeta. L’altra, a destra, invece si lega al rapporto con il nostro prossimo, qui infatti troviamo tutti i pianeti distribuiti nelle varie case a sottolineare la necessità di confronto e di collaborazione tra gli uomini, soprattutto in questo momento così delicato per tutti.

Questo aspetto di collaborazione ci fa sentire, con Nettuno in settima casa in pesci, come tutti in uno. Come se le differenze non esistessero, e come se il nemico non fosse più contro uno o l’altro, ma contro l’umanità stessa! Ecco perché si sente l’esigenza di un confronto, anche culturale, in cui il ruolo della scienza è quello di unire i popoli, come se non esistessero frontiere o opportunità economiche.

Il governatore dell’Ascendente, congiunto in quinta casa, ci mostra come il Natale sia legato alla bellezza della vita, alla nascita dei figli e all’arte di vivere, in tutte le sue espressioni artistiche.

Tuttavia non andiamo oltre per quanto riguarda l’analisi del Tema. Infatti sarebbe necessario un Libro esclusivamente dedicato a questo grafico riguardante il significato del Natale rispetto all’astrologia.

E’ interessante osservare, invece, l’unione dell’astrologia con la religione, che ci offre intimi spunti di riflessione sul valore del Natale.

Difatti la chiesa suggerisce il significato del Natale come “discesa del VERBO DI DIO sulla terra” e lo celebra attraverso le TRE messe più importanti. La messa vespertina della vigilia alle 18,00, durante la quale, con la discesa del sole, scende lo spirito Santo ed il Verbo; la Messa di mezzanotte, con la nascita del Bambino Gesù, in cui il Verbo si è fatto Uomo; ed infine la Messa dell’alba, alle 06,00 del 25 dicembre, in cui il Verbo ritorna all’origine. Quest’ultima è forse la più importante delle tre, poiché raccoglie in sé l’unione delle altre due come esperienza divina sulla terra.

A questo proposito ho inserito la stellina della mezzanotte sul grafico ed essa rappresenta il momento della nascita (per l’astrologia) e il momento dell’incarnazione del Verbo (per la chiesa). Andando poi a ritroso di 6 ore dalla mezzanotte ho inserito il punto vespertino, che rappresenta la discesa del Verbo, e sempre partendo dalla mezzanotte, sono andato avanti di 6 ore per trovare il punto dell’alba, nel quale la Voce di Dio e la Voce dell’Uomo si fondono in un’esperienza unica!

Tenete conto che, in questo caso, se noi trovassimo dei nostri pianeti personali in uno di questi tre punti essi assumerebbero sicuramente un valore molto importante. Tuttavia, anche senza nessun pianeta, la Voce di Dio scenderebbe ugualmente a suggerirci dove dobbiamo riflettere sull’anno a venire dal punto di vista spirituale .

In questo grafico, che potete tranquillamente stampare, ho inserito i valori dei pianeti e il significato intimo che assumono.

Inserite dunque all’esterno del grafico i vostri pianeti personali, compreso l’AS e il punto di fortuna, e leggete il valore che ne è stato assegnato, poi riflettete sul significato che può avere questa sinestria per Voi!

Naturalmente l’analisi richiede un’adeguata preparazione astrologica sul simbolismo dei pianeti, delle case e dei segni, ma anche per un principiante essa può suggerire riflessioni sul sentire intimo del Natale con se stesso.

Qui sotto ho inserito i miei pianeti personali, più AS e Punto di fortuna, nel grafico del Natale dove ho potuto cogliere degli aspetti intimi e personali molto stimolanti per la mia crescita, sia come Uomo, sia come Credente. Un aspetto suggerito dal Verbo di Dio e dal mio tempo di UOMO!

Con questo Io auguro a tutti i miei migliori Auguri di BUON NATALE

Roberto Campigotto